Circo…bianco

Così si vorrebbe rilanciare la bellezza della nostra città?

Con una gara di snowboard cross da disputarsi in piena Città Alta, in via Porta Dipinta, tra Il Pozzo Bianco e via Fara?

È ufficiale, la Federazione Internazionale Sci e la Federazione Nazionale Sport Invernali hanno già calendarizzato – seppure in via ancora provvisoria – l’evento di Coppa del Mondo a Bergamo per il 16 e il 17 gennaio 2021, un doppio appuntamento individuale e a squadre.Un “evento d’impatto mediatico”, un baraccone da circo presentato come una “strepitosa opportunità di crescita” e “vetrina ideale”.

‘Crescita’ e ‘vetrina’, per chi e per che cosa?

Le vie e le piazze della nostra città svuotate dal Coronavirus avrebbero potuto, e dovuto, essere un nuovo PUNTO DI PARTENZA. Un’occasione per ripensare il TURISMO e rilanciarlo in chiave SOSTENIBILE: un turismo della cultura e non massificato, in grado di VALORIZZARE appieno la bellezza (e la storia) della città antica anziché svilirla e consumarla, salvaguardandone al tempo stesso la vivibilità per i suoi cittadini.

Sembra invece giungere la definitiva smentita: NON è cambiato nulla (o forse sta cambiando in peggio).

Le teste sono sempre le stesse.

E la TUTELA del centro storico sembra sempre più un optional al servizio del MARKETING.

Un “sogno nel cassetto” o un incubo?

Comprendiamo che una campionessa innamorata della propria città abbia potuto – ingenuamente e in tutta buona fede – concepire di renderle omaggio a modo suo, ma sta a chi governa e deve TUTELARE la città, con una visione più ampia e lungimirante, difenderne la bellezza e la storia.

«Un evento così, nel cuore di un patrimonio Unesco, non si è mai visto nel nostro mondo» ha dichiarato Pisoni, dc delle nazionali azzurre di sport invernali.

NOI SPERIAMO DI NON VEDERLO MAI.

BergamoBeneComune

Lascia un commento